Gestione delle maxiemergenze in area sismica. Dal territorio all'ospedale

Gestione delle maxiemergenze in area sismica. Dal territorio all'ospedale

L’Italia è da sempre un territorio fortemente sismico e alluvionale, senza dimenticare il rischio di atti terroristici su larga scala.

Questo quadro geopolitico rende estremamente attuale il seminario sulle grandi emergenze, oggetto di questo volume, poiché questi eventi dannosi sovvertono l’andamento della vita comune, provocando un gran numero di morti e di feriti, danni a cose e a infrastrutture, e mettono a dura prova tutto il sistema di soccorso e quello ospedaliero. Un’organizzazione che sia in grado di rispondere a un evento di questo tipo ha un compito arduo, la gestione di un massiccio numero di feriti, richiede un coordinamento programmato tra territorio e ospedali. Questi ultimi, sono predisposti alla gestione quotidiana della singola emergenza/urgenza, ma devono essere in grado di adattarsi e riorganizzarsi in modo da affrontare la gestione di emergenze multiple e contemporanee. Il seminario, che si è svolto nel Mugello, area sismica, ha offerto una panoramica sui vari sistemi di gestione in differenti realtà italiane quali la Regione Toscana, la Regione Emilia Romagna e la Regione Lombardia, inoltre, ha potuto avvalersi anche del modello di gestione finlandese, per un confronto con l’Europa. In particolare è stato presentato il programma di autosoccorso studiato per le aree montane difficilmente raggiungibili, il sistema di risposta attuato per il terremoto nella Regione Emilia Romagna, l’organizzazione dell’Ospedale Niguarda della regione Lombardia, del Trauma Center dell’Ospedale pediatrico Meyer e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi della Regione Toscana. Inoltre, è stata sottolineata l’importanza della simulazione periodica con il “debrifing” per l’identificazione delle criticità e le loro possibili soluzioni sia in ambito pediatrico che dell’adulto. L’obiettivo di questo volume è pertanto quello di proporre una panoramica che sia di incentivo e di stimolo per coloro che sono interessati a questa particolare branca della sanità.