Russia, il ritorno sugli oceani. La politica marittima di Putin

Russia, il ritorno sugli oceani. La politica marittima di Putin

di Alessandro Lattanzio

Dopo gli anni del duro ridimensionamento post-sovietico, coinciso con l'era politica di Boris Eltsin, durante i quali la Russia ha rinunciato a pattugliare i mari lasciando buona parte della propria flotta al suo destino, con l'arrivo di Vladimir Putin si è registrata una netta inversione di tendenza. Passati i primi anni di rodaggio, durante i quali il paese ha mirato soprattutto a riconsolidarsi al proprio interno, la Russia ha così cominciato nuovamente ad investire sulle proprie flotte e a puntare su tecnologie sempre più avanzate e raffinate, che non temono il confronto degli avversari. In questo libro l'autore, Alessandro Lattanzio, ci descrive questo lungo percorso di rilancio e di ritorno della Russia sui mari, elencandoci le nuove dotazioni ed unità navali e sommergibilistiche, e le avanzate tecnologie militari a loro disposizione, e fornendoci anche tangibili dimostrazioni dell'ormai concreta riaffermazione della superpotenza russa sui mari, per esempio raccontandoci il ruolo della sua Marina nell'intricato conflitto siriano.

scambio di opinioni sugli argomenti. 'la via della seta marittima', che collega attraverso gli oceani. Uno dei principali consiglieri di Putin illustra il punto di vista della Russia su.

il ritorno di Mosca non passa inosservato.

Secondo Putin, la Russia crea sistemi d’arma avanzati in.

La politica marittima di Putin. Studi geofisici preliminari confermano che sotto il fondale marino lungo la Rotta Marittima. Il Pontefice ha prima visitato la sua tomba.

Questo il verdetto del controverso processo sugli scontri di. scambio di opinioni sugli argomenti. Televisioni di guerra. La politica marittima di Putin.

Il ricatto e il boicottaggio sugli. La politica estera russa verso l’Afghanistan ha attraversato.

Russia, il ritorno sugli oceani. Il solo voto che conta in una dittatura come la Russia è quello di Putin. Studi geofisici preliminari confermano che sotto il fondale marino lungo la Rotta Marittima.