Existenzmaximum. Il necessario

Existenzmaximum. Il necessario

Centocinquanta immagini per settantacinque percorsi visivi, racconti di quotidianità, nella condizione dell'abitare contemporaneo, immagini di spazi capaci di raccontare cosa è il necessario, quali sono gli artifici essenziali, quali gli elementi indispensabili. Una geografia di oggetti, un panorama di colori, un coacervo di geometrie: un micromondo di possibilità entro cui racchiudere le diverse declinazioni del sentimento dell'abitare.